Wednesday, 14 July 2010

The pain that sets in motion the desire to searching for - La pena che mette in moto il desiderio di cercare

It's be as if I had seen this scene.
Instead I have read it a while ago.
On a Paris's street, the adult Francoise Truffaut is following, from a few distance steeps, an old jew.
The old one stopped himself, Truffaut stopped ihmself too. Then the old man begins to walk again, and Truffaut do the same, the old man is his father, the natural father.
Francois has never known him in person, and he will do not ever know.
Maybe he just wants to see him from away. This is their first and last time...
I can remember, I have already tought that maybe if in Truffaut's life there had not this wound, perhaps we would not known Jules et Jim and La femme d'a côté.
Maybe the idea that suffering make up an artist is too romantic , but I think if not there were  something to repair, a pain to heal, an unfulfilled love, a man or a woman would not search inside themselves, finding sometimes treasures.
If there would not be a lack, a void asking to be fill, a strange kind of needing to search, we will end up with very small emotion.
To know that we must die, awareness of the stigma of the human condition, should be enough as carburetor of our lives. We need a kind of meditation and the pain that sets in motion the desire for life and make uns trying to fill this pain with art, is a kind of possible meditation.
I know many parents who have fear that their children have to suffer even just a bit'.
Propensity to fill all their empty, to prevent possible failure, to numbness in an unnatural fullness...
Is that really what we desire for them?
A life without the longing and suffering of desire, isn't this the poorer life that we can imagine?


Laura Tedeschi's painting


È come se l'avessi vista, questa scena. 
E invece l'ho letta qualche anno fa. 
In una strada di Parigi un ormai maturo Francois Truffaut segue a qualche passo di distanza un anziano signore ebreo. Il vecchio si ferma, lui si ferma. Poi riprende a camminare e cosí Truffaut. 
Il vecchio é suo padre, il padre naturale. 
Francois non l'ha mai conosciuto, non lo conoscerá. 
Forse non gli interessa altro che guardarlo, vederlo da lontano. 
È la loro prima e ultima volta. 
Ricordo di aver subito pensato che se nella vita di Truffaut non ci fosse stata questa ferita, Jules et Jim e la signora della porta accanto probabilmete non li avremmo mai conosciuti. Forse l'idea che sia la sofferenza a fare l'artista é un po' troppo romantica. 
Ma credo che se non ci fosse qualcosa da riparare, un dolore da risanare, dell'amore inappagato, l'uomo e la donna non cercherebbero come cercano, trovando in qualche caso tesori inestimabili. 
Se non vi fosse una carenza, un vuoto che chiede di essere colmato, una specie di invidia radicale a muoverci, finiremo per accontentarci di poco. 
Dovrebbe bastare sapere di dover morire, consapevolezza che é lo stigma della condinzione umana, a carburare le nostre esistenze, é il vuoto piú vuoto di tutte, e per quanto uno faccia, incolmabile. 
Servono delle meditazioni, il dolore, che mette in moto il desiderio di vita, che ci fa provare a colmare l'arte é una meditazione possibile. 
Conosco molti genitori che han paura che i proprio figli soffrano anche solo un po'. 
La propensione a riempire tutti i loro vuoti, a prevenire ogni possibile mancanza, a intorpidirli in una innaturale sazietá. 
È davvero questo che volgiamo per loro? 
Una vita senza carenze, senza dolore senza lo struggimento del desiderio? Non é la vita piú povera che si possa immaginare? 

50 comments:

Tito said...

Che forza in questo paesaggio e in questi alberi, direi quasi una provocazione cromatica....molto bello Laura! Un abbraccio.

Crissant said...

Creo que por lo menos una vez en la vida deberíamos probar de todos los surtidos sentimientos, bueno y malos. Eso nos hace humanos. Una vida sin dolor o sin amor no sería completa.
Que hermosas palabras me traes, Laura.
Besos!!!

nouvelles couleurs - vienna atelier said...

Tito

grazie Tito, eh si hai proprio ragione riguardo alla provocazione cromatica hehehe

nouvelles couleurs - vienna atelier said...

Crissant

gracias :-) besos!

(`•.•woman´)¸,ø¤º°`°º¤ø,¸¸,ø¤º°°`° said...

Meine liebe Laura, ich bin immer soooo gern hier bei Dir, Deine Bilder, Deine Texte einfach schön !!!!! Eine großartige Künstlerin bist Du und ich bin immer wieder froh und dankbar Dir hier in der Bloggerwelt begegnen zu dürfen :-))))

nouvelles couleurs - vienna atelier said...

(`•.•woman´)¸,ø¤º°`°º¤ø,¸¸,ø¤º°°`°

:-) danke du bist so lieb..

Janice said...

Laura this painting is so expressive...the colors are beautiful and dreamy. This is just wonderful! I would love to escape into it and walk down this road...

Manel said...

Qué fuerza tiene ese rojo fauvista. Muy bueno, Laura.

jasmin said...

viele Grüße von Jasmin,ja ich habe mir Zeit zum Anschauen und zum Lesen deines neuen Eintrages genommen, schön und nachdenklich...

mario said...

Un altrto splendido esempio della tua poetica, Laura. Bellissimo.

Anthony Duce said...

The painting is wonderful, so full of color and movement. I enjoyed and agree with the words too. It takes a little living and a little pain to be an expressive artist, hopefully just a little though.

Gabe said...

un paesaggio molto passionale,di grande carica emotiva,così come sono appassionate le parole che lo accompagnano.un bacio Laura

William Michaelian said...

Laura, all of the great works, including this beautiful painting, contain the silence and suffering of the person who created it. But you see, the result is always inspiring and joyful. Life without suffering isn’t life. It’s more like an empty vessel.

Thank you for this wonderful post.

Denise Scaramai said...

Questo dipinto con questi colori ci invita, quasi ipnotizza 'da dentro' sua ... gli alberi si aprono come le porte, ma il sentiero è incerto; forse come la vita, quando sappiamo che esistono desideri, conquiste, frustrazioni e delusioni, ma anche tanto amore ...
meraviglioso!
baci

luigi said...

Ciao Laura, lo sento come metafora del nostro cammino dentro i colori. Sul desiderio sai che sono ben attento, aggiungi che domani parto per Condino dove propongo di mescolare con gioia e gentilezza l'esperienza dell'acquerello al silenzio meditativo... Bello, no? Un abbraccio.

Butterfly Works said...

Thanks for the visit and yes you may copy....

It seems pain and joy are different sides of the same coin and it flips from time to time...

Hugs

Victor Errington said...

Oh! Laura. This Landscape is amazing. So beautiful. There is a touch of our friend Vincent in this. It`s brilliant. Please paint more of your Landscapes? All the best Laura.
Vic.

Cristina Dalla Valentina said...

Bellissimo dipinto, emozionante! Sento il vento tra quegli alberi...

Dav said...

Que rojo tiene, realmente impresionante y muy bello Laura.
Saludos amiga

Elvi said...

Bello, molto d'impatto. Pieno di
forza. Elvi

Lucia B. said...

Come i tuoi testi ci inducono a guardare in profondità dentro noi stessi, ponendoci interrogativi che possono creare disagio ma davanti ai quali non è possibile fingere, similmente i tuoi quadri ci portano a vedere quello che c'è oltre la realtà sensibile, dove il nostro sguardo si congiunge alle nostre emozioni più profonde.
Penso che la tua ricerca sia molto interessante e che produca risultati visivamente bellissimi.

Rachel said...

Liebste Laura,

das ist ein Gemälde, wow, einfach grandios, diese Farben, so frisch - einfach wundervoll...

herzlichst, Rachel, die total begeistert davon ist

Manon Doyle said...

Another amazing work, Laura! I love your use of colors...always!! Thank you for this post.

MAITE RUBERT said...

Un camino tortuoso, lleno de sombras y luces inquietantes. Quizá, al final , encontremos lo que estamos buscando.
Muy bello tu paisaje.Y, en cuanto al texto, te diré que tengo dos hijas de 24 y 25 años. Muchas veces he tratado de quitarles las piedras del camino.Pero ,ellas tienen que aprender, solas,El valor de la vida. ¡Gracias ,Laura!.

carlos diez said...

Laura, una explosión de color en tu maginifica pintura, muy sugerente además en el tema del camino de la vida. Un abrazo.

Olivia said...

Amo questa pensiero Laura e la tua pittura.Sempre dei colori sensazionali e questo tasto che ti caratterizzano e che adoro.
Ciò che conta, per si ed i suoi bambini è la curiosità, scoprire delle cose, piacevole o no. Penso che è così che il si costruisce.
Ti lascio, il fuoco di artificio comincia!

bondearte said...

Ciao Laura
This work is gorgeous,
wonderful colors,
I like this work!!!
Paulo

marty said...

j'aime beaucoup ton style très personnel - cette peinture et ces couleurs sont magnifiques Laura
bisous

Totò said...

Così come l'odio per qualcosa o per qualcuno è un sentimento molto più viscerale e travolgente dell'amore che può spingerci fino all'estremo, anche nell'arte la condizione di appagamento dei sensi, di serenità emotiva non ha solitamente mai portato ad opere eccelse. Bisous.

AutumnLeaves said...

Laura, this is just beautiful. I see shades of Van Gogh here as well!

Ana Benjamim Calou said...

Sei veramente una persona speciale, Laura... davanti ai vostri quadri sono admirado silenzio.

Bacio.

nouvelles couleurs - vienna atelier said...

Janice

:-) that you would like to walk in under those tree it's a beautifull compliment!

Thank you Janice

Mary Paquet said...

Laura, thank you leaving a comment on my blog. Your work is lovely. I immediately thought of Van Gogh with his wonderful, expressive strokes.

Vicente Herrero said...

Come extraorinarias molte forze e dove i sacchi, al fine di scaricare sulla tela tutto quel lavoro, un misto di eccitazione e di una sensibilità sottile, mentre
non possono essere incompatibili.
Penso che tu abbia la forza per ottenere il tuo ritorno dal fare qualcosa di simile.
Un abbraccio.

Andrew Finnie said...

"A life without the longing and suffering of desire, isn't this the poorer life that we can imagine?"

What an interesting question eh? If we were given everything we needed how poor would our lives be! Indeed.

Hey the painting, lots of expression, I like it. It;s almost like the trees are raw and are giving off their emotions to the viewer. And you have pulled off that nice balancing blue in the foreground admirably.

Who would have thought ? :) :)

nouvelles couleurs - vienna atelier said...

Thank you all my dear friends :-)

Grazie a tutti amici !

Olivia said...

Laura, j'ai trouvé de l'inspiration en regardant ta terrasse. Va voir sur mon blog... Bisous.
Laura, ho trovato dell'ispirazione guardando il tuo terrazzo. Va' a vedere sul mio blog... Bisous.

Michele said...

ciao Laura
sei la migliore!
mi piace anche quello che scrivi
buon week end
Michele pianetatempolibero

Simona said...

Buon giorno Laura, ho letto la presentazione che le ha riservato la pittrice e amicona Carla Colombo, mi sono incuriosita ed eccomi qui ....mi complimento per la sua carica vitale che dona ad ogni sua opera un tocco di personalità inconfondibile.
Buon fine settimana!
Simona

Paulo Setúbal said...

Laura, un dipinto come la vostra porta felicità ai genitori e ai bambini. Felicitá a vuoi.

Gabe said...

ciao Laura ho visto la presentazione delle tue opere nel blog La vostra arte,sono passata per comlimentarmi per i nudi femminili,particolarmente bello quello della ragazza pensosa,,anche se non riuscirò a seguirti,perchè sto partendo, li guarderò sicuramente al mio ritorno.augurissimi ,un caro saluto

Eduardo Miguel said...

Pain is one part all that the art helps to translate forms colors, tones and hopes…
Taste very of its postagens and taste more still to see in my site its visits and part of its form to think, debtor and I hug great of Brazil.

SKIZO said...

Exquisite
Work

good
sources
of
Inspiration

nouvelles couleurs - vienna atelier said...

One more thank you all my friend! It is a pleasure for me to have your encouragement, this is important for me, really thank you an everybody, I love you!

grazie a tutti, di tutto cuore, il vostro entusiasmo per me é il piú bel incoraggiamento

Caio Fernandes said...

wonderful wonderful work, Lura .
i want so much to dive into this red image ...
what have you done !!! it is beautiful , so romantic and so free !

LE CHEMIN DES GRANDS JARDINS said...

Cette peinture m'emporte par sa force de représentation. Elle fascine par la hardiesse des couleurs fauves et fascine tout autant qu'elle effraie un peu, aussi. Une véritable "vision de peintre".
Chapeau l'artiste.

Roger

Juan José said...

Me inspiras con tus colores, que trato de pintarlos en poesía como tú en los lienzos... Gracias por compartir en este pequeño mundo...

Un abrazo hasta alli.

Juan José

Valéry Lorenzo said...

We have friends in common, (Soutine, Matisse, Caio)
:-))

Leovi said...

I love to walk along this path of color and powerful brushstrokes that fill my heart with pure air force and my lungs. A wonder to dream.

Gringo said...

Hi Laura, Thanks for showing us this beautiful painting of yours!