Thursday, 11 June 2009

Ultimi tormentoni


La new entry, ormai da qualche tempo, è: ASSOLUTAMENTE SI. Il suo uso sta dilagando e si sta consolidando. Nell'ordinaria lingua quotidiana Assolutamente è sempre stato usato a rinforzo di una negazione spesso implicita. MAMMA, POSSO USARE LA MACCHINA? ASSOLUTAMENTE (No). Assolutamente sì suona chic ed efficiente, professionale, cittadino, teatrale.
Una cosa da riunione di lavoro, ma con una nota di charme: Partiamo con quel progetto?. Assolutamente Sì. Assolutamente no è assolutamente in disuso.

Altro tormentone é: PIUTTOSTO CHE (sono cresciuta nella convinzione che: PIUTTOSTO CHE significasse: INVECE DI "Preferisco il mare piuttosto che la montagna", credo sia invece un uso del centro Italia usarlo in questo senso: "preferisco alla carne il melone PIUTTOSTO CHE albicocche, pesche" viene usato per indicare ANCHE (che é un po' il contrario di: INVECE DI é molto interessante questa cosa linguistica),
ció non toglie che il: PIUTTOSTO CHE inteso come: ANCHE ci perseguita.

Nella foto: "Malizia" Laura Tedeschi - Pastello - 30x40

4 comments:

mario said...

Ce ne sono un sacco di tormentoni. Io, ad esempio, ti segnalo due modi di iniziare un discorso che dire che odio è dir poco. Mi fanno venire i brividi per tutto il corpo e anche le convulsioni. Sentendo spesso in macchina la radio, sai quelle trasmissioni (dilaganti) che prevedono l'intervento degli ascoltatori. Ebbene molti iniziano così: "Niente, io volevo dire..." (Ma perchè Niente?, cosa c'entra!!!!). Oppure iniziano velocemente così "Innanzitutto complimenti per la trasmissione..." brrrrrrrrrrrrrr che brividi!!
ciao lauretta!

luigi said...

Allora aggiungo il mio tormento di questi mesi. Tu ascolti un discorso e ad un certo punto arriva un sicuro e mitico QUANT'ALTRO!!! Come se io potessi capire che cosa ci sta dentro... Decisamente alcune mode sembrano testimoniare la scarsità di presenza cerebrale rispetto alla massa di parole. Simpatica proprio la reazione di Mario. Quel ritratto 'malizioso' invece si fa guardare con una certa tenerezza. Ciao.

Laura Atelier Vienna said...

@ Ciao Mario, in quel caso forse gioca l'emozione... :-)
é vero peró che sono anche quelli dei tormentoni

Laura Atelier Vienna said...

@ he he he he he Luigi é vero!