Sunday, 5 July 2009

Il complesso di superioritá


"Capita a tutti di rifugiarsi in un complesso di superiorità, è tipico narcisismo difensivo ed è persino banale sentirsi superiori a qualcosa, o a qualcuno. Quando ci sentiamo maltrattati è un sollievo dare la colpa alla mediocrità del mondo, alla canaglia umana che non ci conosce e non ci riconosce.
È una grande consolazione sentirsi un buon cavallo male impiegato. D' altra parte, dal complesso di superiorità non si esce con il successo. Quando infatti l'umanità ci tratta bene, ci dà gloria e onori, e di nuovo il complesso di superiorità che ci tenta, che occupa il mondo delle nostre ombre.
Il complesso di superiorità è malessere, insicurezza, è la percezione di fare parte, a pieno titolo, di quella realtà mediocre dalla quale si vorrebbe tanto star fuori.
Questo atteggiamento non dovrebbe stupire nessuno in una società che coltiva il miraggio della normalità e la scambia per una perfezione di massa, imitando modelli in cui solo pochi idioti si riconoscono.
Quindi il complesso di superiorità è il sopratacco di chi non vuole somigliare a se stesso. La vera superiorità, invece, sta sempre un passo indietro rispetto alle cose che muove, e si fa beffe di tutto ma non si sbrodola mai, perché con la disinvoltura, il riserbo, la eleganza, l'ironia, ci possiede e ci rapisce".

A. N. Franco

Dipinto di Laura Tedeschi "Il Sentiero" collezione privata Viktor Baron - Polonia

3 comments:

Art Project said...

bellissime opere Laura!..... non siamo nulla...siamo come punti nell'universo....
ciao!!!
Noemi

Dazpo said...

Tolles Bild, veramente Cezzannesque, symbolistisch aber
expressionistisch gemalt, Chapeau!!!
--den Text verstehe ich leider nicht,
das Bild ja :-)

Laura Atelier Vienna said...

Noemi e Dazpo grazie mille!