Thursday, 30 April 2009

Il "Salettl" - I posti artistici di Vienna che non trovate sulle guide turistiche - Otto Wagner e i suoi allievi, Adolf Loos e Friedrich Pindt






Otto Wagner (Penzing, Vienna 1841 - Vienna 1918)
sta all'archittetura come Gustav Klimt sta alla pittura, tutti e due tra i fondatori della "Wiener Secession" la secessione viennese.
Moltissimi sono i palazzi costruiti da Otto Wagner (e allievi) oggi diventati patrimonio artistico intoccabile.

All'epoca il suo studio in Schillerplatz era sempre aperto agli studenti, tra i quali Adolf Loos (Brno 1870 - Kalksburg 1933) e Friedrich Pindt (Wien 1888 - 1944)
Fu proprio Pindt che progettó il "Salettl" posto incantevole, molto conosciuto dagli abitanti del quartiere 19. Döbling e non solo e diventato luogo della scena mondana, ma che non troverete sulle guide turistiche.
Il "Salettl" fu costruito a Vienna nel 1932. Si trova nel 19. quartiere in Hartäckerstraße 80 e originariamente si chiamava "Holzsalettl" saletta di legno.

Il "Salettl" é un caffé che rispecchia la tradizione viennese anche se é immerso nel verde, é molto piccolo e mancano i famosi "Herr Ober"(i tipici camerieri dei caffé viennesi) e l'atmosfera é decisamente piú allegra e la clientela piú giovane. Non mancano peró come in un buon caffé viennese la vasta scelta di quotidiani e un ottimo Apfelstrudel nonché la "Gabelfrühstück" che significa colazione con forchetta e cioé con uova alla cuoque burro, prosciutto, c'é anche la colazione normale, con pane e marmellata e durante il giorno gli scaccia-fame tipici di qui: i Frankfurter mit senf e la Gulaschsuppe mit semmel.
Apre molto presto e chiude molto tradi, é un posto piccolissimo ma davvero unico nel suo genere.
Situato su una collina, si ha uno stupendo panorama di Neustift am Walde, Sievering, Grinzing e Kahlenberg.
In inverno poi, tutto sommerso dalla neve, una colazione tet a tet al "Salettl" diventa davvero romantica, per i piú esigenti viene servita una tipica "Sekt Frühstück, colazione con salmone e prosecco.

Nelle foto il "Salettl"

6 comments:

Carla said...

Bello seguirti in questo viaggio di Vienna...sconosciuto.
Io spero di farti invece conoscere un pochino di Brianza...nelle acque e nei verdi che vedi postati qua e là sul blog.
ciaoooo Laura.
Carla

Laura Atelier Vienna said...

Ciao Carla, mi fa piacere quello che dici...
La brianza é bellissima con i suoi paesaggi tipici e con la sua atmosfera che tu sai trasmettere bene sulle tue tele

Grissino said...

Bisogna verificare la qualitá della pasticceria nel complesso. Mi offro come volontario. :-P

Laura Atelier Vienna said...

È vero tu sei esperto

:-)

mario said...

Bello Laura questo richiamo ai
"miti" della mia gioventù di studente di architettura. Molti anni fa sono stato a Vienna alla richerca delle architetture di quella felice stagione artistica, ma questo luogo non lo conoscevo affatto. Una ragione in più per tornarci per la terza volta

Laura Atelier Vienna said...

Ci sono tanti posti belli é vero Mario, la Secessione viennese é bellissima